www.ittiofauna.org
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Webmuseum Osteitti Acipenseriformes Acipenseridae Acipenser

Lo storione tozzo, Acipenser nudiventris

Lovetzky, 1828

 

Caratteri meristici - Branchiospine: 24 - 45. Scudi ossei dorsali: 11 - 17. Scudi ossei laterali: 49 - 74. Pinna dorsale 45 - 57 raggi. Pinna anale: 23 - 37 raggi.

 

 

Descrizione - Il corpo è particolarmente tozzo e compresso. Il muso appare corto e conico, i barbigli sono rotondi e sfrangiati nella parte interna. La base posteriore della pinna dorsale è molto vicina alla pinna caudale. La colorazione varia secondo l'habitat e assume, sul dorso, tinte grigie o brune, più o meno scure. Sui fianchi la livrea schiarisce progressivamente, fino ad assumere una tinta biancastra sul ventre.

 

 

Dimorfismo sessuale - Non evidente.

 

  Click on the image to magnify and for the references  
Click sull'immagine per ingrandire e per i riferimenti

 

Habitat - Nei fiumi gli esemplari si trattengono sui fondali alti con substrati fangosa o ghiaiosa. In mare stazionano su fondali fangosi di circa 50 metri di profondità.

 

 

Alimentazione e abitudini - Nel Lago d'Aral e nel Mar Caspio è anadromo, mentre si comporta come un pesce stanziale d'acqua dolce nel Danubio, da dove solo raramente gli esemplari raggiungono il Mar Nero. I migratori autunnali trascorrono l'inverno nei fiumi, di solito adagiati in buche che scavano in fondali di sabbia o fango. Durante il periodo di frega, gli esemplari anadromi smettono quasi completamente di nutrirsi.

 

 

Riproduzione - I maschi dello storione tozzo sono sessualmente maturi tra i sei ed i nove anni, mentre le femmine sono in grado di deporre le uova ad un'età compresa tra i dodici ed i quattordici anni. A. nudiventris si riproduce, secondo le condizioni climatiche, da marzo a maggio. La femmina depone da 280.000 a 1.290.000 uova. A temperature dell'acqua comprese tra i dieci ed i quindici gradi, le larve schiudono in circa sette giorni.

 

 

Accrescimento - La lunghezza dello storione oscilla dal metro e mezzo fino ai due metri. Il peso arriva fino a 50 chili, anche se la media è compresa tra i diciassette ed i venti chili. L'età dello storione tozzo pare che non superi i trenta anni, ma non è escluso che in anni passati, quando la specie risentiva meno delle perturbazioni ambientali, questi storioni fossero più longevi. Pare che nel 1925 sia stato pescato un esemplare eccezionale del peso di 127 chili.

 

 

Predatori, parassiti e malattie - Questi storioni sono colpiti dal parassita Nitzschia sturionis che, in taluni casi può provocare delle vere epidemie con gravi casi di moria.

 


  Click on the image to magnify and for the references  
Click sull'immagine per ingrandire e per i riferimenti

 

Status della specie - Come tutti gli Acipenseridi europei, anche lo storione tozzo ha subito una forte rarefazione. Sia nel Danubio, sia negli altri corsi d'acqua ove è presente, questa specie è progressivamente diminuita per la degradazione qualitativa delle acque, talvolta pesantemente aggravata da scarichi indiscriminati delle obsolete industrie attive nei paesi dell'est. Recentemente si è aggiunto anche il rischio causato dai pericolosissimi scarichi dei lavaggi, a base di cianuro e mercurio, utilizzati dalle miniere auree dei Carpazi. La cattiva qualità delle acque può essere anche la causa della minore resistenza di questi storioni agli attacchi del parassita Nitzschia sturionis.

 

 

Protezione - In Russia è tutelato perché in alcune zone è fortemente diminuito non soltanto per l'intenso sfruttamento, ma anche per cause apparentemente naturali. Le stesse misure dovrebbero essere applicate anche dai restanti paesi, sul cui territorio si colloca l'areale dello storione tozzo.

 

 

Valore economico - Le carni sono molto pregiate, ma di valore commerciale minore rispetto a quelle degli altri storioni. Viene commercializzato fresco, congelato, affumicato, salato ed essiccato. Con le uova si produce il caviale "ship", di qualità inferiore rispetto alle altre varietà.

 

 

Pesca - La pesca a scopo commerciale, dello storione tozzo è attivamente praticata in Romania ed in Unione Sovietica. Le catture vengono effettuate con reti vaganti, a circuizione, a strascico e da posta.

 

Galleria di immagini

 

Pag. 1 Pag. 2 Pag. 3 Pag. 4

Le Faune Webmuseum Osteitti Acipenseriformes Acipenseridae Acipenser
www.ittiofauna.org Webmuseum
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org