www.ittiofauna.org
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Le Faune Webmuseum Osteichthyes Clupeiformes Clupeidae

Il genere Alosa Linck, 1790

 

 

 

Alosa - Linck 1790. Versuch einer Eintheilung der Fische nach den Zähnen. Magazin für das Neueste aus der Physik und Naturgeschichte, Gotha v. 6 (n° 3): 28-38. Genere femminile. Specie tipo - Clupea alosa Linnaeus 1758. Tipo apparentemente per tautonomia assoluta susseguente. Nessuna specie citata nel documento iniziale, le specie sono state aggiunte da Cuvier 1829:319 (vedere Whitehead 1967:77). Opinioni - Nomenclatura ICZN valida come Alosa Linck 1790, secondo Svetovidov 1973:105, Whitehead in Whitehead et al. 1984:269, Poll et al. 1984:41, Grande 1985:249, Hoestlandt 1991:86, Jenkins & Burkhead 1994:217, Dorofeeva 1998:24, Mecklenburg et al. 2002:133, Munroe & Nizinski 2003:806, Bogutskaya & Naseka 2004:32.

 

 

Sinonimi - Alausa Valenciennes in Cuvier & Valenciennes 1847. Histoire naturelle des poissons. Tome vingtième. Livre vingt et unième. De la famille des Clupéoïdes. Historie naturelle des poissons. Tome Sixième. v. 20: i-xviii + 1 p. + 1-472, Pls. 591-606. Genere femminile. Specie tipo - Alausa vulgaris Valenciennes 1847 (= Clupea alosa Linnaeus 1758). Apparentemente errore di ortografia per, o ingiustificata emendazione di Alosa Linck 1790 (vedere Whitehead 1967:77. Opinioni - Sinonimo di Alosa Linck 1790, secondo Svetovidov 1973:105, Whitehead 1985:191, Hoestlandt 1991:86.

Alausella Gill 1861. Synopsis of the subfamily of Clupeinae, with descriptions of new genera. Proceedings of the Academy of Natural Sciences of Philadelphia v. 13: 33-38. Genere femminile. Specie tipo - Clupea parvula Mitchill 1814. Tipo per designazione originale (anche monotipico). Opinioni - Sinonimo di Alosa Linck 1790, secondo Whitehead 1985:191, Hoestlandt 1991:86.

Caspialosa Berg 1915. Preliminary report on the herrings collected by the Caspian Expedition of 1913 in the Caspian Sea. Mat. Pozn. Russk. Rybolov. v. 4 (no. 6): 1-8, Pls. 1-2. Genere femminile. Specie tipo - Clupea caspia Eichwald 1838. Tipo per monotipia. Basato su Clupeonella come illustrato da Berg 1913, non Kessler. Originale non esaminato. Opinioni - Nomenclatura ICZN valida come Caspialosa Berg 1915, secondo Grande 1985:249. Sinonimo di Alosa Linck 1790 per Svetovidov 1973:105, Whitehead 1985:191, Hoestlandt 1991:86, Bogutskaya & Naseka 2004:32.

Paralosa (sottogenere di Alosa) Roule 1925. Les poissons des eaux douces de la France. Paris. Les poissons des eaux douces de la France.: i-xvi + 1-228, Pls. 1-37. Genere femminile. Specie tipo - Clupea fallax Lacepède 1803. Tipo per designazione susseguente. Nomenclatura ICZN oggettivamente non valida; occupata precedentemente da Paralosa Bleeker 1868 e Paralosa Regan 1916. Prima designazione susseguente del tipo non indagata. Opinioni - In sinonimia di Alosa Linck 1790, secondo Svetovidov 1973:105, Whitehead 1985:191, Hoestlandt 1991:86.

Pomolobus Rafinesque 1820. Ichthyologia Ohiensis [Part 4]. Western Revue and Miscellaneous Magazine v. 2 (n° 3): 169-177. Genere maschile. Specie tipo - Pomolobus chrysochloris Rafinesque 1820. Tipo per monotipia. Appare anche in Rafinesque 1820 (Dec.). Opinioni - Nomenclatura ICZN valida come Pomolobus Rafinesque 1820, secondo Grande 1985:249. Sinonimo di Alosa Linck 1790, secondo Whitehead 1985:191, Hoestlandt 1991:86.

Trichis Plumier in Lacepède 1803. Histoire naturelle des poissons. Historie naturelle des poissons. Tome Sixième. v. 5: i-lxviii + 1-803 + index, Pls. 1-21. Genere femminile. Specie tipo - Trichis bellonii Plumier 1803. Nomenclatura ICZN non disponibile, nome senza descrizione pubblicato sotto Clupea alosa. Vedere i commenti sotto Opinione 89 in Appendice B in Eschmeyer et al. 1990. Opinioni - In sinonimia di Alosa Linck 1790.

 


  Genere Specie  
Alosa alosa_agone.jpg (42280 byte)

Agone

Alosa agone

Cheppia algerina

Alosa algeriensis

alosa_alosa.jpg (69645 byte)

Alosa comune

Alosa alosa

Alosa del Caspio

Alosa caspia

Cheppia o alosa

Alosa fallax

Alosa del fiume Kura

Alosa curensis

Alosa nerica

Alosa immaculata

Alosa di Kessler

Alosa kessleri

Agone di Irlanda

Alosa killarnensis

Alosa macedone

Alosa macedonica

Alosa_maeotica.jpg (29828 byte)

Alosa del Mar Nero

Alosa maeotica

Alosa agrakan

Alosa spaerocephala

alosa_tanaica04.jpg (30889 byte)

Alosa del Mar d'Azov

Alosa tanaica

Agone greco

Alosa vistonica

Cheppia del Volga

Alosa volgensis


 

Corpo compresso in senso laterale, soprattutto nella parte ventrale. Profilo laterale con margine ventrale più incurvato di quello dorsale. Nella maggioranza delle specie, la mascella superiore ha un'incisura mediana che a bocca chiusa accoglie un piccolo tubercolo presente sulla mandibola. Piccoli denti presenti sulle ossa premascellari e mascellari e assenti sul vomere, sui palatini e sulla lingua. Occhio grande, generalmente con palpebra adiposa. Carenatura ventrale costituita da una serie di piccoli scudi ossei con punta rivolta all'indietro, decorrente dalla regione branchiale all'inserzione della pinna anale. Al margine posteriore del peduncolo caudale, su ciascun lato, una coppia di scaglie allungate si estendono all'indietro sopra ai raggi della pinna caudale. Il genere comprende specie migratrici anadrome, stanziali nelle acque dolci e di acqua salata.

 

 

Nell'area del Caspio e del Mar Nero il genere Alosa comprende circa una dozzina di specie, che divergono dalla specie atlantiche per la presenza di denti sul vomere, molti autori considerano queste specie come genere a parte: Caspialosa. Il genere Caspialosa è considerato valido in base allo studio di Berg 1915, come sostiene Grande 1985:249, ma la maggioranza degli autori, tra cui Svetovidov 1973:105, Whitehead 1985:191, Hoestlandt 1991:86, Bogutskaya & Naseka 2004:32, propende a interpretarlo come sinonimo del genere Alosa.

 

 

La morfologia dei Clupeidi presenti nei mari d'Azov, Nero e Caspio e che rientrano in parte nell'ittiofauna europea è tuttora molto controversa, non solo per la posizione sistematica di più entità (specie o sottospecie?), ma anche per la loro distribuzione geografica. Caspialosa brashnikovi (1904) indicata nel Mar Caspio e nel Mare d'Azov da alcuni autori (1977) e considerata da altri studiosi una razza geografica di Caspialosa maeotica (1901), sembra essere veramente non una specie bensì un sinonimo di quest'ultima entità.

In attesa che si chiarisca il problema, abbiamo deciso di seguire quanto viene riportato da Maurice Kottelat nel suo brilante lavoro sulla sistematica dei pesci d'acqua dolce europei "European Freswater Fishes". 

 


Le Faune Webmuseum Osteichthyes Clupeiformes Clupeidae  
www.ittiofauna.org Webmuseum
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org