www.ittiofauna.org
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Webmuseum Osteichthyes Cypriniformes Cyprinidae  

Il genere Cyprinus, Linnaeus 1758

 

Cyprinus Linnaeus 1758. Genere maschile. Specie tipo - Cyprinus carpio Linnaeus 1758. Tipo per designazione susseguente. Tipo designato da Desmarest 1856:283, vedere Whitley 1939:225, ma Whitley ha una data sbagliata per Desmarest. Anche Jordan & Gilbert 1883:254. Nella Lista Ufficiale (Opinione 77). Opinioni - Nomenclatura generica valida come Cyprinus Linnaeus 1758, secondo Chen & Huang 1977:401, Sawada in Masuda et al. 1984:58, Zhou in Chu & Chen 1989:329, Liu in Pan et al. 1991:224, Wu & Wu 1992:515, Jenkins & Burkhead 1994:272, Bogutskaya & Naseka 1996:46, Chen in Chen 1998:248, Dyer 2000:89, Hänfling & Brandl 2000:267, Luo & Yue in Yue et al. 2000:399, Sideleva 2001:53, Sideleva 2003:10, Bogutskaya & Naseka 2004:61, Allen et al. 2006:346, Kottelat & Freyhof 2007:110, Fricke et al. 2009:23, Minckley & Marsh 2009:179, Marshall 2011:119, Kottelat 2013:93, Parin et al. 2014:74, Yang et al. 2015:99 in Cyprininae, tribù Cyprinini, Jouladeh-Roudbar et al. 2015:870, McDowall & Stewart 2015:314, Pietsch & Orr 2015:19, Zhang et al. 2016:84, Dyldin & Orlov 2016:658, Esmaeili et al. 2017:46, Esmaeili et al. 2018:26, Fricke et al. 2018:59.

 

 

Sinonimi - Carpio Heckel 1843. Ichthyologie [von Syrien]. In: J. von Russegger. Reisen in Europa, Asien und Africa, mit besonderer Rücksicht auf die naturwissenschaftlichen Verhältnisse der betreffenden Länder unternommen in den Jahren 1835 bis 1841, etc. Stuttgart. Ichthyologie [von Syrien]. v. 1 (pt 2): 990-1099. Genere maschile. Specie tipo - Cyprinus kollarii Heckel 1836. Tipo per designazione susseguente. Tipo designato da Bleeker 1863:24, 1863:262 o 1863:191. Trattato come maschile (Art. 30.2.4). Opinioni - Sinonimo di Cyprinus Linnaeus 1758. Non valido, basato su un ibrido intergenerico, secondo Banarescu 1997:21.

Carpionichthys Bleeker 1863. Notice sur les noms de quelques genres de la famille des Cyprinoïdes. Verslagen en Mededeelingen der Koninklijke Akademie van Wetenschappen. Afdeling Natuurkunde. v. 15: 261-264. Genere maschile. Specie tipo - Cyprinus carpio Linnaeus 1758. Non disponibile, non elenca nessuna specie e non è presente descrizione. Il tipo citato è stato fornito da Jordan 1919:322. Opinioni - In sinonimia di Cyprinus Linnaeus 1758.

Laichowcypris Mai (ex Hoa & Hoa) 1978:28. Identification of the fresh-water fishes of North Viet Nam. Ha Noi, Scientific & Technology, Publisher. Identification of the fresh-water fishes of North Viet Nam. v. 1: 1-340, Pls. 1-48. Genere femminile. Specie tipo - Laichowcypris day Mai 1978. Tipo per designazione originale (anche monotipia). Opinioni - Sinonimo di Cyprinus Linnaeus 1758, secondo Kottelat 2001:21 (basato sulla collocazione della specie tipo).

Laichowcypris Nguyen & Doan 1969. Some data on composition, origin, and distribution of cyprinid species in northern Vietnam. First Scientific Seminar of the Fisheries Division. Genere femminile. Specie tipo - Laichowcypris dai Nguyen & Doan 1969. Tipo per designazione originale (anche monotipia). Opinioni - Sinonimo di Cyprinus Linnaeus 1758, secondo Kottelat 2001:21 (basato sulla collocazione della specie tipo).

Mesocyprinus Fang 1936. Chinese fresh-water fishes referring to Cyprininae (sen. str.). Sinensia v. 7 (no. 6): 686-712. Genere maschile. Specie tipo - Cyprinus micristius Regan 1906. Tipo per designazione originale (anche monotipia). Vedere anche Mesocyprinus Cheng 1950. Opinioni - Sinonimo di Cyprinus Linnaeus 1758, secondo Wu & Wu 1992:515. Valido sottogenere per Chen & Huang 1977:403, Zhou in Chu & Chen 1989:330, Chen in Chen 1998:249, Luo & Yue in Yue et al. 2000:399.

 

  Genere Specie  
Cyprinus

cyprinus_carpius08.jpg (58225 byte)

Carpa

Cyprinus carpio

 

Il genere Cyprinus compare nella documentazione paleontologica a partire dal Miocene. Gruppo affine al genere Carassius sia per la morfologia che per i diversi aspetti della biologia; tra i due generi sono noti ibridi che possono risultare fecondi. Corpo piuttosto tozzo, più o meno sviluppato in altezza. Bocca terminale, relativamente piccola; sulla mascella superiore sono presenti due paia di corti barbigli. Denti faringei molariformi e disposti in tre serie, in numero di 1 su quella anteriore, 1 su quella mediana e 3 su quella posteriore. Pinna dorsale con base lunga almeno il doppio di quella della pinna anale; le altre pinne sono normalmente sviluppate. L'ultimo raggio semplice della dorsale e dell'anale sono spiniformi e dentellati posteriormente. Coda biloba, con lobi più o meno arrotondati. Scaglie grandi, in numero inferiore o uguale a 40 lungo la linea laterale (in alcune razze le scaglie sono assenti, in altre molto grandi e in numero ridotto). Linea laterale completa, in posizione mediana.

 

 

Il genere comprende una sola specie, C. carpio, indigena in parte dell'Europa orientale e nell'Asia. Questa specie ha diffusione cosmopolita. Allevata da secoli, è stata introdotta nelle zone temperate di tutti i continenti. In Europa C. carpio sarebbe indigena solo nel bacino del Danubio e nelle aree circostanti il Mar Nero. La forma indigena, che rappresenta un notevole patrimonio in termini di conservazione di varietà genetica, è fortemente minacciata di estinzione nel suo areale. In Italia la carpa è presente in tutte le regioni, sia in bacini d'allevamento che in acque libere; la specie, anche se introdotta, è acclimatata da diversi secoli ed ampiamente diffusa. Generalmente le popolazioni naturali non sono numericamente molto consistenti nelle nostre regioni, a parte alcune zone in cui le condizioni ambientali risultano ottimali.

 


Webmuseum Osteichthyes Cypriniformes Cyprinidae  
www.ittiofauna.org Webmuseum
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org