www.ittiofauna.org
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org
Webmuseum Osteichthyes

I Perciformi (Perciformes)



 

Etimologia - Greco, perke = persico + Latino, forma = forma.

 

 

Ordine di pesci tra i più numerosi. Circa 156 famiglie suddivise in vari sottordini, di non facile definizione in base alla forma, ai caratteri morfologici e probabilmente non tutte monofiletiche. La maggior parte dei perciformi sono marini, circa 2.000 specie (ad esempio i Ciclidi) sono tipiche di acqua dolce, 2.200 sono le specie che trascorrono in acqua dolce la maggior parte della loro vita. L'ordine comprende più di 8.000 specie. Nelle acque interne europee sono presenti sette famiglie. La famiglia Mugilidae è considerata da molti autori appartenente ad un ordine a sé stante: Mugiliformes. La famiglia Latidae è inclusa in questa trattazione perché una specie, Lates niloticus, anche se non presente nelle acque interne europee, ha avuto un grande sviluppo in ittiocoltura per fini alimentari ed è regolarmente presente sui banchi dei nostri mercati ittici sotto il nome di "persico del Nilo" o come "filetti di persico".

 

Europeans families of the Perciformes in european inland waters
blennidae.jpg (90919 byte) Blenniidae micropterus_salmoides.jpg (64292 byte) Centrarchidae lates_niloticus02.jpg (66673 byte) Latidae
Cichlidae Gobiidae  morone_americana.jpg (131337 byte) Moronidae
Mugilidae Percidae Sparidae
Famiglie dei Perciformi presenti nelle acque interne Europa

 

L'ordine dei Perciformi, spesso citato come tipo degli acantopterigi, si caratterizza principalmente per la presenza nelle pinne di raggi rigidi, spiniformi, non articolati e per caratteri come le pinne in posizione toracica o giugulare, le scaglie ctenoidi e la vescica natatoria priva di dotto pneumatico (fisoclisti).

 

 

Caratteristiche generali - Corpo fusiforme, più o meno lateralmente compresso. Squame ctenoidi, raramente cicloidi, in alcuni casi assenti. Pinne solitamente dotate di alcuni raggi spiniformi. Pinna dorsale semplice o multipla, con raggi spiniformi nella parte anteriore. Pinne ventrali in posizione toracica, formate da non più di sei raggi, tra cui il primo spiniforme. Pinna caudale con massimo 17 raggi principali. Pinne pettorali collocate ai fianchi. Cinto pettorale privo di mesocoracoide e connesso con il cranio tramite un post temporale forcuto. Ossa pelviche generalmente articolate con i cleitri. Cranio con ossa temporali disgiunte e talvolta assenti; presenza di mesetmoide; assenza di orbitosfenoide; sottorbitali separati dal preopercolo; mascellare che non delimita il margine orale. Di regola 4-7 raggi branchiostegi. Assenza di ossa intramuscolari. Vescica natatoria priva di dotto pneumatico.

 

 

 

 

Fossili di specie attribuibili a questo ordine sono stati rinvenuti in giacimenti databili al Cretaceo superiore. Il gruppo ha subito una veloce ed ampia radiazione evolutiva, colonizzando ambienti tra i più disparati. Specie appartenenti ai Perciformi si incontrano dall'ambiente pelagico a quello litoraneo, dalle acque artiche a quelle tropicali, dalle acque marine a quelle dolci. Talora sono presenti in laghi ad alta salinità e in acque termali o ipogee.

 


Webmuseum Osteichthyes
www.ittiofauna.org Webmuseum
Google
 
contact: stefano.porcellotti@ittiofauna.org